Vai menu di sezione

Cinema: The train of salt and sugar

di Licinio Azevedo - Portogallo - 93’ (lingua portoghese, sottotitoli in italiano)
Nel 1989 il Monzambico è un paese distrutto dalla guerra di destabilizzazione. Il treno che collega
Nampula al Malawi è l’unica speranza per coloro che sono disposti a rischiare la vita pur di
barattare qualche sacco di sale con lo zucchero. Un treno, senza orario preciso, scortato da militari.
La ferrovia è continuamente sotto attacco e i sabotaggi non si contano. I nemici sono ovunque: le
mine, le imboscate, i sabotatori e la gente stessa. “Il rumore degli spari non vi ucciderà, la paura
sì”, è con questa frase che il capitano si presenterà ai passeggeri e al gruppo sottoposto al suo
comando e questo rimarrà il fil rouge di una pellicola che corre, scorre e conquista sin dal primo
fotogramma.

Temi affrontati: guerra e le sue conseguenze.

I contenuti del film saranno presentati e commentati da un esperto del Mozambico che a partire
dal film offrirà una lettura critica della fine del conflitto narrato nel film e della situazione attuale del paese.

Manifestazione cui fa parte
Tutti i colori della pace 2018 - XVI edizione

Questo evento fa parte della manifestazione Tutti i colori della pace 2018 - XVI edizione

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Mercoledì, 05 Settembre 2018
torna all'inizio del contenuto