Vai menu di sezione

Dispersione delle ceneri

  1. La dispersione è consentita esclusivamente previa espressa manifestazione di volontà del defunto, risultante dal testamento o da un'altra dichiarazione scritta. L'autorizzazione alla dispersione è rilasciata dal Comune dove è prevista la dispersione.
  2. La dispersione delle ceneri è eseguita dai soggetti individuati nella manifestazione di volontà scritta dal defunto. Se la manifestazione di volontà non indica il soggetto incaricato, le ceneri sono disperse nell'ordine:

a)    dal coniuge;

b)   da un altro familiare o da un altro soggetto avente diritto in base alla normativa statale;

c)    dall'esecutore testamentario o, in mancanza, dal personale autorizzato dal Comune.

  1. La dispersione delle ceneri può essere effettuata all'interno del cimitero nel cinerario comune o apposite aree a ciò destinate (giardino delle rimembranze), e in natura secondo quanto previsto dall'articolo 5 della legge provinciale 20 giugno 2008, n. 7.
  2. La dispersione delle ceneri al di fuori dei cimiteri non può dare luogo ad attività aventi fini di lucro ed è consentita, a una distanza di oltre duecento metri da qualunque insediamento abitativo, nei seguenti luoghi:

a)    in natura, nei tratti liberi da manufatti;

b)   in aree private, con l'assenso del proprietario o, ove presente, del soggetto titolare del diritto di utilizzazione del bene.

  1. La persona incaricata alla dispersione in natura à tenuta ad attestare sotto la propria responsabilità tramite apposito verbale il luogo, il giorno e l'ora dell'avvenuta dispersione, nonché a restituire al Comune l'urna vuota o dichiararne il regolare smaltimento o la conservazione della stessa.
  2. Per la dispersione all'interno delle aree cimiteriali il Comune gestore del cimitero provvederà alla verbalizzazione.
Chi può richiedere

I parenti del defunto

Dove rivolgersi

Ufficio edilizia privata

Per informazioni telefonare
0461-864014 int. 5
Come fare / Cosa fare

Per ottenere l’autorizzazione alla dispersione delle ceneri i familiari devono presentare apposita richiesta con allegata la manifestazione di volontà del defunto e indicare il luogo in cui viene effettuata la dispersione.

Riferimenti normativi
  • Legge 30 marzo 2001 n. 130.
  • Legge Provinciale 20 giugno 2008 n. 7
Pagina pubblicata Lunedì, 02 Ottobre 2017
torna all'inizio del contenuto